Premio Bianca d‘Aponte

Premio Bianca d‘Aponte

Il premio per le cantautrici italiane emergenti che vogliono esprimere la propria arte

Monica Sannino (BamBi) vince la XVI edizione

Monica Sannino (BamBi) vince la XVI edizione

dicono di noi

Galleria foto

le passate edizioni

concerti

A MONICA SANNINO (BAMBI) IL PREMIO BIANCA D’APONTE, A SIMONA BOO IL PREMIO DELLA CRITICA DEDICATO A FAUSTO MESOLELLA

 

IL 14 E 15 LUGLIO AD AVERSA LA FINALE DELLA 16A EDIZIONE DELL’UNICO CONTEST ITALIANO PER CANTAUTRICI, CON ARISA MADRINA

RAI RADIO 1 MEDIA PARTNER DELL’EVENTO

 

È Monica Sannino (Bambi) da Napoli a vincere il Premio Bianca d’Aponte, mentre a Simona Boo da Termoli è andato il premio della critica “Fausto Mesolella”. La finale della 16a edizione dell’unico contest italiano riservato a cantautrici si è svolta il 14 e 15 luglio ad Aversa, inizialmente era prevista per ottobre 2020 e poi rinviata per l’emergenza sanitaria.

La menzione per il miglior testo se l’è aggiudicata Lucrezia da Bologna, quella per la migliore musica Elena Romano da Firenze e la migliore interpretazione Lamante da Piovene Rocchette (Vicenza).

Madrina di questa edizione è stata Arisa, che nella serata finale ha interpretato “Cantico dei matti” di Bianca d'Aponte (la cantautrice a cui la manifestazione è dedicata), insieme ad alcuni suoi brani. A lei anche il compito di presiedere la giuria.

Ad aprire le due serate, che sono state ospitate negli spazi esterni del Liceo Scientifico Enrico Fermi, è stata Cristiana Verardo, vincitrice del concorso nell’edizione 2019.

Nella prima serata si è esibita anche la Nuova Compagnia di Canto Popolare, che ha ricevuto un Premio alla carriera dalla Città di Aversa. A sorpresa durante il set del gruppo Fausta Vetere ha chiamato sul palco Patrizio Trampetti, presente in platea e storico membro della NCCP, per un duetto improvvisato.

Nella stessa serata c’è stato spazio anche per Giuseppe Anastasi, Bungaro e Alfina Scorza, mentre il 15 luglio, oltre ad Arisa, sono saliti sul palco in veste di ospiti gli A’67, Patrizia Laquidara e i Têtes de Bois.

La conduzione delle due serate era affidata a Carlotta Scarlatto e Ottavio Nieddu, mentre la direzione artistica era di Ferruccio Spinetti.

 

Rai Radio 1, media partner ufficiale dell’evento, ha diffuso in streaming sul proprio canale facebook la finale, mentre entrambe le serate sono state trasmesse sulla pagina del Premio.

Molti i premi. Alla vincitrice assoluta Monica Sannino va una borsa di studio di € 1.000, la partecipazione come ospite alla prossima edizione del Premio, tre concerti di presentazione prodotti da Doc Live e la possibilità di partecipare al Premio dei Premi del Mei di Faenza. Il contest le darà anche diritto a un contributo di € 10.000 per un tour di sei date all’artista vincitrice (o, in mancanza dei requisiti richiesti, a una delle altre finaliste), contributo che sarà riconosciuto dal Nuovo Imaie ai sensi del regolamento e del bando art. 7 L. 93/92, settore audio Premi e Concorsi anno 2020.

Diversi sono i riconoscimenti da parte di enti e associazioni esterne all’organizzazione.

A Lucrezia va quello dell’etichetta Suoni dall’Italia di Mariella Nava, con la proposta di una possibile collaborazione artistica. A Elena Romano quello del Virus Studio di Alessandro Guasconi, “Premio ’Na stella” (titolo di una canzone di Mesolella), con l’incisione di un brano con la produzione artistica di Ferruccio Spinetti.

A Simona Boo, oltre al Premio della Critica “Fausto Mesolella” con una borsa di studio di € 800, va il premio dell’etichetta femminile “Maieutica Dischi” di Veronica Marchi (vincitrice della prima edizione del Premio) per la produzione e pubblicazione di un brano e quello di Soundinside Basement Records, con la realizzazione di un video live in studio.

A Manuela Zero da Piano di Sorrento va una proposta per un anno di assistenza legale e manageriale per l'artista vincitrice o altra finalista da parte di Siedas.

In gara c’erano anche Ebbanesis da Napoli, Sara Romano da Monreale, Veronica da Aversa, Chiara White da Firenze.

La giuria, come ogni anno, era costituita da affermate cantautrici, cantautori, autori, compositori, giornalisti del settore, addetti ai lavori e operatori culturali, suddivisi in due giurie: quella per il premio assoluto e quella per il premio della critica, intitolato a Fausto Mesolella, storico direttore artistico della manifestazione.

 

Il 14 e 15 luglio la XVI edizione del Premio Bianca d'Aponte 

Ci siamo. La finale del premio si svolgerà il 14 e 15 luglio 2021 negli spazi all'aperto del Liceo Scientifico Fermi di Aversa. Un'atmosfera inedita per assistere all'esibizione delle 11 finaliste, non storica quanto quella del Teatro Cimarosa ma senz'altro giovane e dinamica che avvicinerà un nuovo pubblico alla canzone d'autore italiana.

Come sempre diversi ospiti di rilievo e la nostra madrina Arisa completeranno le due serate con tanta buona musica.

Vi aspettiamo

PROGRAMMA 16^ EDIZIONE DEL PREMIO 

 

Mercoledì 14 luglio 2021

Ore 20.30  – Liceo Scientifico Enrico Fermi - Aversa (CE)

Prima Serata del Concorso “Sono un’isola: io, donna per una canzone d’autore”- Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa 16^ edizione

Presentano: Carlotta Scarlatto  e Ottavio Nieddu

Ospiti: Giuseppe Anastasi, Tony Bungaro, Nuova Compagnia di Canto Popolare, Alfina Scorza, Brunella Selo, Cristiana Verardo

 

Ingresso su prenotazione

 

***********

Giovedì 15 luglio 2021

Ore 16.30 – Auditorium Bianca d’Aponte, Via A.Nobel - Aversa (CE)

Le dieci finaliste si presentano: incontro finaliste – giurati

Moderatrice: Timisoara Pinto

 

Ore 17.30 – Auditorium Bianca d’Aponte, Via A.Nobel - Aversa (CE)

“Il Nuovo Imaie incontra le finaliste”

Non è prevista la presenza di pubblico esterno

 

Ore 20.30 - Liceo Scientifico Enrico Fermi - Aversa (CE)

Concorso “Sono un’isola: io, donna per una canzone d’autore”- Premio Bianca d’Aponte – Città di Aversa 16^ edizione

Presentano: Carlotta Scarlatto e Ottavio Nieddu

Madrina: Arisa

Ospiti: 'A67, Têtes de Bois, Patrizia Laquidara, Cristiana Verardo

Giuria: Giuseppe Anastasi, Arisa, Giuseppe Barbera, Mimì Ciaramella, Sergio Delle Cese, , Piero Fabrizi, Angelo Franchi, Patrizia Laquidara, Elena Ledda, Carlo Marrale, Mariella Nava, Alberto Quartana,  Daniele Sanzone, Andrea Satta, Brunella Selo, Roberto Trinci

Premio della Critica “Fausto Mesolella”: Roberta Balzotti, Mauro De Cillis, Giuliano Delli Paoli , Ciro De Rosa, Max De Tomassi, Angela Garofalo, Nicola Iuppariello, Elisabetta Malantrucco, Duccio Pasqua, Leonardo Pascucci, Diego Paura, Timisoara Pinto, Alessia Pistolini, Ivan Rufo, Paolo Talanca, Ilaria Urbani, Paolo Ventriglia, John Vignola.

 

Ingresso su prenotazione

l’intero ricavato.

 

Media partner

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

ECCO LE FINALISTE DEL PREMIO D’APONTE 2020, UNA VETRINA SULLA NUOVA CANZONE D'AUTRICE

AD AVERSA IL 23 E 24 OTTOBRE IN LIZZA: BAMBI, SIMONA BOO, EBBANESIS, LA MANTE, LA ZERO, LUCREZIA, MIGLIO, ELENA ROMANO, SARA ROMANO, VERONICA, CHIARA WHITE, SELEZIONATE DA 75 NOMI DI RILIEVO DEL MONDO MUSICALE ITALIANO

 

Sono undici le cantautrici che si contenderanno la vittoria al 16o “Premio Bianca d'Aponte”, il concorso riservato alla canzone d’autrice diventato ormai un punto fermo nel panorama italiano della musica di qualità. Quantomai composito quest’anno il novero delle concorrenti dal punto di vista stilistico, con proposte che spaziano dalle più innovative a quelle più classiche.

Le finaliste sono:

BamBi da Napoli;

Simona Boo da Termoli (Campobasso);

Ebbanesis da Napoli;

La Mante da Piovene Rocchette (Vicenza);

La Zero da Piano di Sorrento (Napoli);

Lucrezia da Bologna;

Miglio da Brescia;

Elena Romano da Firenze;

Sara Romano da Monreale (Palermo);

Veronica da Aversa (Caserta);

Chiara White da Firenze.

 

Le finali sono previste al teatro Cimarosa di Aversa il 23 e 24 ottobre, con la direzione artistica di Ferruccio Spinetti.

Due saranno i premi principali. Uno è il premio assoluto, il Premio Bianca d’Aponte (che prevede una borsa di studio di 1.000 euro), l’altro è il premio della critica, intitolato a Fausto Mesolella, storico direttore artistico della manifestazione (la cui borsa di studio sarà di  800 euro). Riconoscimenti della giuria andranno anche alla migliore interpretazione, al miglior testo ed alla migliore musica. Sono poi previsti vari altri premi assegnati da singoli membri della giuria o da enti e associazioni vicini al d’Aponte.

 

Nelle due serate di Aversa saliranno sul palco anche importanti ospiti. Tra quelli già confermati, due band di culto della scena musicale italiana, gli 'A 67 e i Têtes de Bois, mentre il fondamentale ruolo di madrina sarà ricoperto da una artista di grande popolarità come Arisa, che presiederà la giuria e canterà (e inciderà) un brano di Bianca d’Aponte, la cantautrice a cui la manifestazione è dedicata.

 

Le dieci finaliste sono state come sempre selezionate in un mese e mezzo di lavoro del Comitato di Garanzia del Premio, formato da ben 75 addetti ai lavori. Si tratta di produttori, discografici, manager, cantanti. autori, musicisti, giornalisti tra i più importanti nel mondo musicale italiano Ecco l’elenco: Giuseppe Anastasi (cantautore), Roberta Balzotti (Tgr RAI), Giuseppe Barbera (musicista e compositore), Fabrizio Basso (SkyTg24), Tony Bungaro (cantautore), Lino Cannavacciuolo (musicista e compositore), Rossana Casale (cantautrice), Valentina Casalena Parodi (Premio Andrea Parodi), Giulia Cavaliere (Corriere della sera), Marco Cavalieri (Romasuona.it), Mimì Ciaramella (musicista e compositore), Angiola Codacci Pisanelli (L’Espresso), Enrica Corsi (Premio Bindi), Valerio Corzani (Rai Radio 3), Stefano Crippa (Il Manifesto), Giorgiana Cristalli (Ansa), Paola Cuniberti (manager), Alfredo D’Agnese (D La Repubblica delle donne), Enrico de Angelis (giornalista e storico della canzone), Mauro De Cillis (Rai Isoradio), Max De Tomassi (Rai Radio 1), Sergio Delle Cese (booking Antenna Music Factory), Giuliano Delli Paoli (Ondarock.it), Luca Del Muratore (Locusta booking), Cristina Donà (cantautrice), Salvatore Esposito (Blogfoolk), Piero Fabrizi (musicista e produttore), Gigi Fasanella (Maciste dischi), Isabella Fava (Donna Moderna), Cinzia Fiorato (Tg1), Angelo Franchi (discografico), Enrico Gabrielli (compositore e arrangiatore), Angela Garofalo (Cronache di Caserta e Napoli), Massimo Germini (musicista e compositore), Mauro Ermanno Giovanardi (cantautore), Gianluca Giusti (musicista e manager), Nicola Iuppariello (DiscoDays), Kaballà (cantautore), Saverio Lanza (musicista e produttore), Elena Ledda (cantautrice), Petra Magoni (cantautrice), Elisabetta Malantrucco (RadioRai), Nino Marchesano (La Repubblica Napoli), Cinzia Marongiu (Tiscali), Carlo Marrale (cantautore), Bruno Marro (cantautore), Alberto Menenti (autore), Andrea Mirò (cantautrice), Michele Monina (critico musicale), Mariella Nava (cantautrice), Martina Neri (Leavemusic), Francesco Paracchini (lisolachenoncera.it), Paolo Pasi (Tg3), Duccio Pasqua (RaiRadio1), Diego Paura (Il Roma), Fausto Pellegrini (Rainews24), Timisoara Pinto (RaiRadio1), Alessia Pistolini (critico musicale), Massimo Poggini (Spettakolo.it), Antonio Ranalli (Musicalnews), Alfredo Rapetti Mogol (paroliere), Gianfranco Reverberi (musicista e compositore), Paolo Romani (responsabile promozione), Ivan Rufo (Festival Botteghe d’Autore), Giordano Sangiorgi (patron del MEI), Brunella Selo (cantautrice), Marcella Sullo (Gr Rai), Paolo Talanca (critico musicale), Tiziana Tosca Donati (cantautrice), Roberto Trinci (Sony Publishing), Ilaria Urbani (Repubblica Napoli), Fausta Vetere (cantautrice), John Vignola (RaiRadio1), Franco Zanetti (direttore rockol.it), Matteo Zanobini (Picicca management), Dario Zigiotto (operatore culturale).

 

Per ulteriori informazioni: 336 694666 – 335 5383937; info@biancadaponte.it - info@premiobiancadaponte.it

 

 

 ----

 

Ufficio Stampa: Monferr'Autore

monferrautore@gmail.com